fbpx

Educazione alimentare

Educazione alimentare

Un’alimentazione sana ed equilibrata insieme ad uno stile di vita attivo permette di raggiungere e mantenere un buono stato di salute.
Molti pensano che per dimagrire sia necessario seguire esclusivamente una dieta di tipo restrittivo in termini di calorie oppure riducendo o escludendo per lunghi periodi determinate categorie alimentari come ad esempio i carboidrati: in realtà una dieta di questo tipo invia segnali negativi all’organismo, rallentando il metabolismo e aprendo la strada all’abbuffata.
Tutte le volte che mangiamo, infatti, inviamo al nostro corpo dei segnali diversi di modulazione ormonale e infiammatoria.
È necessario correggere abitudini scorrette e introdurre sani comportamenti al fine di inviare all’organismo segnali di benessere.

L’alimentazione corretta deve essere:

  • varia e completa: variare gli alimenti consente di soddisfare maggiormente i gusti ed evitare squilibri nutrizionali;
  • bilanciata in macro e micro nutrienti;
  • moderata: non eccedere in quantità a discapito della qualità. È importante imparare a percepire la sensazione di fame e di sazietà

Distribuzione dei pasti

Una buona alimentazione deve essere distribuita in almeno tre pasti principali nell’arco della giornata: la colazione, il pranzo e la cena. Se possibile, a questi tre pasti, sarebbe consigliabile aggiungere uno spuntino a metà mattina ed una piccola merenda nel pomeriggio.
Si consiglia di fare una buona e consistente colazione, per ridurre la fame durante l’arco della giornata, e una cena non troppo abbondante e pesante per permettere una buona e completa digestione prima di coricarsi.

Distribuzione colazione, pranzo e cena

Le buone abitudini

  • iniziare il pasto con della verdura per diminuire i picchi glicemici e mantenere più a lungo il senso di sazietà;
  • masticare lentamente
  • non saltare i pasti;
  • mantenere regolarità negli orari dei pasti come anche quelli del ciclo sonno-veglia è fondamentale per abituare il corpo al benessere psico-fisico;
  • bere almeno 1,5 L di acqua al giorno o di più nella stagione estiva o se si fa sport. L’acqua è fondamentale anche per il dimagrimento;
  • evitare i prodotti confezionati come merendine, salse, piatti pronti ecc. spesso troppo ricchi in condimenti e zuccheri aggiunti necessari per mantenerne gusto e conservabilità;
  • è importante cercare di ​limitare ​lo ​stress​, la ​stanchezza eccessiva e prolungata, e le tensioni emotive: questi stati possono ​generare un aumento ponderale ​e infiammazione generale attraverso l’azione del ​cortisolo​, l’ormone dello stress. N.B.: l’attività fisica, passeggiate e prendersi del tempo per sé stessi aiutano a ridurre lo stress;
  • attività fisica e sport sono indispensabili per accelerare il metabolismo e ridurre il rischio di tutte le patologie legate alla sedentarietà come le malattie cardiovascolari.

Il piatto sano

Per bilanciare ogni pasto in modo corretto, si può provare a​ suddividere il piatto nelle seguenti parti​:

  1. cereali​: la prima fonte di energia che utilizza il nostro corpo (pasta, riso, cerali, patate, prodotti da forno, polenta). Salvo altre indicazioni, preferire i cereali integrali che sono ricchi di carboidrati complessi e fibra, vitamine del gruppo B, e minerali;
  2. proteine​: sono una delle componenti più importanti del nostro organismo, Le troviamo
prevalentemente negli alimenti di origine animale (carne, pesce, uova, latte e derivati) ma
anche in quelli di origine vegetale (legumi e cereali). Gli alimenti vegetali sono carenti di uno o
più amminoacidi essenziali; per coprire il fabbisogno di tutti gli amminoacidi essenziali si
possono combinare cereali (carenti in lisina) e legumi (carenti in amminoacidi solforati, quali
metionina e cisteina);
  3. verdure​: devono essere sempre presenti e abbondanti nel nostro piatto perché apportano minerali, vitamine e fibra. La scelta è ampia, ma sono da privilegiare quelle di stagione;
  4. frutta: da utilizzare anche come spuntino mattutino e/o pomeridiano è da privilegiare quella di stagione. Si tratta di alimenti ricchi di vitamine e minerali, acqua e antiossidanti, danno senso di sazietà. Possono essere utilizzate per fare ​spremute​, ​centrifugati​, ​frullati;
  5. grassi vegetali: olio di oliva, olive, avocado, cocco, frutta secca, semi oleosi sono alcuni esempi di grassi buoni che devono far parte della dieta come condimenti o spuntini.

Distribuzione degli alimenti nel piatto sano

La piramide alimentare

Alla base della piramide sono rappresentati tutti gli alimenti da assumere e i comportamenti da mettere in pratica con maggiore frequenza, quotidianamente. Al vertice, invece, è raffigurato tutto ciò che sarebbe consigliato limitare.

La piramide alimentare